It IT/Releases/12/Features/Network Interface Management

From FedoraProject

< It IT | Releases(Difference between revisions)
Jump to: navigation, search
(Created page with '= Network Interface Management = == Sommario == Provide tools to easily set up commonly used network configurations, like bridges, bonds, vlan's and sensible combinations thereo...')
 
Line 1: Line 1:
= Network Interface Management =
+
= Gestire Interfacce di Rete =
  
 
== Sommario ==
 
== Sommario ==
Provide tools to easily set up commonly used network configurations, like
+
Fornisce tools per facilitare la configurazione di reti comunemente usate, come bridge, bond, VLAN e loro combinazioni; facilita in particolare la configurazione di host virtualizzati.  
bridges, bonds, vlan's and sensible combinations thereof, in particular for
+
virtualized hosts.
+
  
 
== Progettista ==
 
== Progettista ==
Line 10: Line 8:
 
* email: [mailto:lutter@redhat.com lutter@redhat.com]
 
* email: [mailto:lutter@redhat.com lutter@redhat.com]
  
== Current status ==
+
== Stato corrente ==
* Targeted release: [[Releases/12 | Fedora 12]]
+
* Release: [[Releases/12| Fedora 12]]  
* Last updated: 2009-08-05
+
* Ultimo aggiornamento: visita la [[Features/Network Interface Management#Current_status | pagina originale]] di questo documento.
* Percentage of completion: 100%
+
* Completato
  
=== Completed ===
+
== Descrizione dettagliata ==
 +
Configurare le interfacce di rete in scenari moderatamente complessi ma pur tuttavia comuni è generalmente una prerogativa limitata
 +
a utenti con una certa esperienza, essendo scarsamente supportata dai tool esistenti. In tali scenari si richiede di creare un bridge e assegnargli un NIC, oppure unire due NIC, aggiungergli una VLAN e asseagnare il tutto a un bridge.
 +
Configurazioni complicate di bridge sono comunemente richieste su host virtualizzati, e spesso devono essere effettuati da remoto usando tools di gestione di alto livello, difficilmente comprensibili dall'utente comune.
  
* [http://www.redhat.com/archives/libvir-list/2009-February/msg00228.html netcf library design]
+
La caratteristica di questo progetto ovvia a queste necessità fornendo una libreria d'impiego generale (general-purpose), [http://fedorahosted.org/netcf netcf], per la configurazione di una rete, e aggiunge miglioramenti alle API di libvirt per consentire l'esportazione delle API locali di netcf usando le funzionalita per remoto di libvirt.
* Initial [http://www.redhat.com/archives/libvir-list/2009-January/msg00350.html discussion] on [http://www.redhat.com/mailman/listinfo/libvir-list libvir-list] on the XML format, API and implementation options.
+
* netcf library and ncftool command line tool
+
* Design of the libvirt API and virsh commands
+
* Implementation included in libvirt-0.7.0
+
  
== Detailed Description ==
+
In <code>netcf</code>, una interfaccia di rete, come un bridge e gli elementi a questo assegnati, è descritta come una unità, inoltre <code>netcf</code> traduce tale descrizione nei file <code>ifcfg-*</code> appropriati. Per garantire la coesistenza di <code>netcf</code> con altri strumenti di configurazione di rete, incluso <code>vi</code>, esso è progettato per essere ''bidirezionale'': esso modifica i file <code>ifcfg-*</code> in base alle proprie descrizioni, ma in coerenza con le informazioni fornite dagli altri strumenti di configurazione. In tal modo si evitano i problemi riscontrati in taluni situazioni, come con gli script di rete Xen.
  
Configuring the network interfaces on a machine for moderately complicated
+
Si prevede, per le prossime release, di sostituire NetworkManager con <code>netcf</code> come strumento di configurazione di rete system-wide; ciò consentià di unificare ulteriormente l'esperienza dell'utente intorno ad un unico strumento di configurazione. Le nuove funzionalità di configurazione di rete saranno esposte in una futura versione di [http://virt-manager.et.redhat.com/ virt-manager].  
yet common scenarios is generally only accessible to advanced users, and
+
very poorly supported by existing tools. Such scenarios include creating a
+
bridge and enslaving a physical NIC to it, or bonding two NIC's, adding a
+
VLAN interface to the bond and enslaving that to a bridge.
+
  
Complicated bridge setups are commonly needed on virtualized hosts, and
+
== Vantaggi per Fedora ==
often have to be performed remotely by higher-level management tools,
+
La configurazione delle interfacce di rete, soprattutto in virtù della virtualizzazione, si è notevolmente semplificata; per esempio, la configurazione molto comune descritta in [http://wiki.libvirt.org/page/Networking#Fedora.2FRHEL_Bridging libvirt documentation] ora richiede di eseguire una coppia di comandi <code>netcf</code> o i suoi equivalenti <code>libvirt</code>.
rather than a human user.
+
Configurazioni complesse, come unire due NIC, aggiungere una VLAN e assegnare il tutto a un bridge, che finora erano operazioni
 +
per utenti esperti, ora possono essere svolte facilmente anche dai non esperti.
  
This feature addresses these needs by providing a general-purpose network
+
La gestione da remoto della connfigurazione di rete è ora possibile in modo ''quasi'' immediato.
configuration library ([http://fedorahosted.org/netcf netcf]) and additions
+
to the [http://libvirt.org libvirt API] to expose netcf's local API through
+
libvirt's remoting facilities.
+
  
With <code>netcf</code>, a logical network interface (e.g. a bridge and its
 
slaves) is described as a unit, and <code>netcf</code> takes care of
 
translating that description into the appropriate <code>ifcfg-*</code>
 
files. To guarantee the happy coexistence of <code>netcf</code> with other
 
network configuration utilities, including <code>vi</code>,
 
<code>netcf</code> is bidirectional: it modifies <code>ifcfg-*</code> files
 
based on a <code>netcf</code> interface description, but also reads
 
<code>ifcfg-*</code> files to generate such a description. It is therefore
 
possible to use <code>netcf</code> side-by-side with any other method of
 
changing network configuration, and many of the pitfalls of earlier
 
attempts to do this, e.g., the Xen networking scripts, are avoided.
 
 
It is planned to switch NetworkManager to <code>netcf</code> as the backend
 
for system-wide network configuration in a future release; while it's not part of this feature,
 
it will further unify the user experience around network configuration. In
 
the same vein, it is planned to expose network configuration functionality
 
in a future release of [http://virt-manager.et.redhat.com/ virt-manager]
 
 
== Benefit to Fedora ==
 
 
Configuring network interfaces, especially for virtualization, is
 
considerably simplified; for example, the very common setup described in
 
the [http://wiki.libvirt.org/page/Networking#Fedora.2FRHEL_Bridging libvirt documentation] now boils down to running a couple of <code>netcf</code> commands or
 
their <code>libvirt</code> equivalents.
 
 
Complex setups, like bonding physical NIC's and enslaving a VLAN of that
 
bond in a bridge, which are so far considered expert uses, can now be
 
easily performed by non-experts.
 
 
Remote management of network configuration is now possible out-of-the-box.
 
  
 
== Altre informazioni ==  
 
== Altre informazioni ==  

Revision as of 09:35, 28 January 2010

Contents

Gestire Interfacce di Rete

Sommario

Fornisce tools per facilitare la configurazione di reti comunemente usate, come bridge, bond, VLAN e loro combinazioni; facilita in particolare la configurazione di host virtualizzati.

Progettista

Stato corrente

Descrizione dettagliata

Configurare le interfacce di rete in scenari moderatamente complessi ma pur tuttavia comuni è generalmente una prerogativa limitata a utenti con una certa esperienza, essendo scarsamente supportata dai tool esistenti. In tali scenari si richiede di creare un bridge e assegnargli un NIC, oppure unire due NIC, aggiungergli una VLAN e asseagnare il tutto a un bridge. Configurazioni complicate di bridge sono comunemente richieste su host virtualizzati, e spesso devono essere effettuati da remoto usando tools di gestione di alto livello, difficilmente comprensibili dall'utente comune.

La caratteristica di questo progetto ovvia a queste necessità fornendo una libreria d'impiego generale (general-purpose), netcf, per la configurazione di una rete, e aggiunge miglioramenti alle API di libvirt per consentire l'esportazione delle API locali di netcf usando le funzionalita per remoto di libvirt.

In netcf, una interfaccia di rete, come un bridge e gli elementi a questo assegnati, è descritta come una unità, inoltre netcf traduce tale descrizione nei file ifcfg-* appropriati. Per garantire la coesistenza di netcf con altri strumenti di configurazione di rete, incluso vi, esso è progettato per essere bidirezionale: esso modifica i file ifcfg-* in base alle proprie descrizioni, ma in coerenza con le informazioni fornite dagli altri strumenti di configurazione. In tal modo si evitano i problemi riscontrati in taluni situazioni, come con gli script di rete Xen.

Si prevede, per le prossime release, di sostituire NetworkManager con netcf come strumento di configurazione di rete system-wide; ciò consentià di unificare ulteriormente l'esperienza dell'utente intorno ad un unico strumento di configurazione. Le nuove funzionalità di configurazione di rete saranno esposte in una futura versione di virt-manager.

Vantaggi per Fedora

La configurazione delle interfacce di rete, soprattutto in virtù della virtualizzazione, si è notevolmente semplificata; per esempio, la configurazione molto comune descritta in libvirt documentation ora richiede di eseguire una coppia di comandi netcf o i suoi equivalenti libvirt. Configurazioni complesse, come unire due NIC, aggiungere una VLAN e assegnare il tutto a un bridge, che finora erano operazioni per utenti esperti, ora possono essere svolte facilmente anche dai non esperti.

La gestione da remoto della connfigurazione di rete è ora possibile in modo quasi immediato.


Altre informazioni

Per:

  • Obbiettivi
  • Test Plan
  • Esperienza Utente
  • Dipendenze
  • Progetto corrente
  • Documentazione
  • Note di rilascio
  • Commenti e Discussioni

consultare la pagina originale di questo documento.