Tools/yum/it

From FedoraProject

< Tools | yum
Revision as of 15:23, 28 January 2012 by Marionline (Talk | contribs)

(diff) ← Older revision | Latest revision (diff) | Newer revision → (diff)
Jump to: navigation, search

Contents

yum

yum è un gestore di pacchetti software. E' uno strumento usato per installare, aggiornare, rimuovere pacchetti e loro dipendenze, su sistemi basati su RPM. Automaticamente individua le dipendenze e le operazioni da eseguire per installare i pacchetti. Inoltre semplifica la gestione di gruppi di macchine.

Le principali proprietà sono:

  • Supporto per repository multipli
  • Configurazione semplice
  • Individuazione delle dipendenze
  • Comportamento consistente con RPM
  • Supporto a gruppi di pacchetti, inclusi gruppi di repository multipli
  • Interfaccia semplice

Come impostazione predefinita yum usa un repository online, ma è possibile anche impostare repository locali per i pacchetti. Per maggiori informazioni su yum, vedere Yum guides. Anche le pagine di man su un sistema Fedora in esecuzione offrono buone informazioni di base. In un terminale usare il comando

man yum

per avere alcune informazioni su yum.

Il progetto yum si trova sul sito yum.baseurl.org.

Per yum è disponibile una interfaccia grafica (o GUI)?

Fedora usa l'interfaccia PackageKit e in ambiente GNOME l'insieme di strumenti gpk-* per gestire i pacchetti in modalità grafica. Tra questi vanno citati:

  • gpk-update-viewer: l'interfaccia per visualizzare e selezionare gli aggiornamenti diponibili (dal menu: Sistema → Amministrazione → Aggiornamento Software)
  • gpk-application: l'interfaccia per aggiungere/rimuovere pacchetti (dal menu: Sistema → Amministrazione → Add/Remove Software)
  • gpk-repo: l'interfaccia per abiltare/disabilitare i repository dei pacchetti (in gpk-application: Sistema → Software Sources)
  • gpk-prefs: l'interfaccia per configurare le preferenze di aggiornamento (dal menu: Sistema → Preferenze → Software Updates)
  • gpk-log: l'interfaccia per visualizzare la cronologia dei pacchetti installati/aggiornati/rimossi (in gpk-application: Sistema → Registro Software)

Le applicazioni possono essere avviate anche da un terminale, digitando semplicemente il nome-dell'applicazione.

Altri strumenti utili sono:

  • gpk-install-package-name
  • gpk-install-provide-file
  • gpk-install-local-file
  • gpk-install-catalog
  • gpk-install-mime-type

Per informazioni d'uso digitare

man <nome-dello-strumento>

in un terminale.

Plugin di PackageKit

Di seguito si riportano due nuovi plugin che sono stati sviluppati per Fedora 12, per rendere più agevole la gestione dei pacchetti:

  • PackageKit Browser Plugin: è un plugin del browser che permette di installare applicazioni direttamente dal browser.
  • PackageKit Command Not Found: è un plugin di PackageKit e si integra al terminale. Tale funzionalità automaticamente inserisce i comandi mancanti, o suggerisce opportune correzioni ai comandi errati di yum.

Caratteristiche avanzate: strumenti e plugin

Il pacchetto yum-utils contiene una raccolta di strumenti che estendono e complementano yum in diversi modi.
Per ulteriori informazioni

  • YumUtils sul sito del progetto
  • blog di Seth Vidal, un pò datato, che spiega l'uso dei vari strumenti

Per Fedora 13 si prevede di realizzare questo altro plugin, Yum Langpack Plugin, che installa automaticamente, se disponibili, i pacchetti tradotti nella propria lingua, in fase di installazione dei pacchetti base.

Altre informazioni e curiosità storiche

Per ulteriori informazioni su yum e le possibili configurazioni, consultare la esauriente guida Customizing Yum, disponibile su questa wiki.
Visitare anche il sito del progetto yum.baseurl.org.

Per chi volesse conoscere un altro sistema di gestione dei pacchetti, utilizzato fino a qualche anno fa ed attualmente non più supportato, vedere APT.