It IT/Releases/13/F13 Alpha release announcement

From FedoraProject

Jump to: navigation, search
Fedora13-alpha-banner-star.png

(Original version of this document)
La release Alpha di Fedora 13, Goddard, è ora disponibile! Vuoi conoscere le ultime novità presenti nel S.O. che offre le migliori tecnologie del futuro? Se vuoi scoprire il futuro, vai su

Fedora Pre-Release

"Goddard" è un riferimento allo scienziato Robert H. Goddard, che con il suo lavoro contribuì in modo significativo allo sviluppo dell'era spaziale nel campo dell'ingegneria a razzo vettore. A noi fa piacere citare una sua frase:

It is difficult to say what is impossible, for the dream of yesterday is the hope of today and the reality of tomorrow.

Cos'è una release Alpha?

La release Alpha contiene tutte le feature di Fedora 13 in una versione che ciascuno può contribuire a testare. Questa fase, gestita dal team di Fedora QA, serve a individuare e identificare i bug. Una volta risolti i bug, è possibile realizzare una release Beta. Una release Beta assomiglia molto alla terza release o final. La release final di Fedora 13 sarà disponibile in Maggio.

Occorre il tuo contributo per rendere Fedora 13 sempre di più performante, perciò ti preghiamo di dedicare un pò del tuo tempo per scaricare e provare la Alpha in modo che usando le funzionalità che usi normalmente contribuisci a verificare che girino nel migliore dei modi. Se trovi un bug, ti preghiamo di segnalarlo -- ogni bug scoperto è un problema in meno per tanti e un miglioramento che facilita l'esperienza di milioni di utenti di Fedora nel mondo. Insieme, è possibile realizzare una distribuzione Fedora veramente solida.
Per maggiori informazioni su come puoi aiutarci leggi il paragrafo Contribuire, alla fine di questa pagina.

Feature

Tra le top feature per gli utenti, vanno ricordati:

  • Installazione automatica dei driver stampante. Collegando una stampante USB, Fedora automaticamente provvederà ad installare i driver appropriati, usando RPM e PackageKit.
  • Installazione automatica dei pacchetti. Il plugin di Yum di supporto alle lingue agevola e facilita l'installazione di software tradotto, scaricando automaticamente i moduli per la lingua in uso.
  • Ridisegnata l'interfaccia delle informazioni utenti. Lo strumento che gestisce le informazioni dell'utente è stata completamente ridisegnata, e due pacchetti di test, accountsdialog e accountsservice permettono di configurare facilmente le informazioni personali, oltre a inserire una icona o foto personale, creare una passphare robusta e impostare opzioni di login sul proprio sistema Fedora.
  • Gestore del Colore. Il Gestore del Colore consente una migliore impostazione e controllo dei colori sulle lavagnette elettroniche, stampanti, e scanner, usando il pacchetto gnome-color-manager.
  • Miglioramenti in NetworkManager, inclusa la CLI. NetworkManager è ora il gestore unico di tutte le connessioni di rete in Fedora, siano dial-up, ADSL, WiFi o Bluetooth. E' possibile utilizzarlo anche da un terminale, per coloro che amano la tastiera ed una console.
  • Esteso il 3D sperimentale ai driver Nouveau per chipset NVidia. In questa release si è ad un passo dall'avere supporto 3D in driver completemante free a open source (FOSS). In Fedora 12 si è riusciti a far funzionare molti chipset ATI, ed in questa fase si è esteso il supporto ad una varietà di schede NVidia. Puoi installare il pacchetto mesa-dri-drivers-experimental per contribuire allo sviluppo in corso.

Per gli sviluppatori sono disponibili una serie di chicche:

  • Static Probe in SystemTap. SystemTap ora ha ulteriori capacità di monitorare il runtime di linguaggi come Java, Phyton e Tcl, oltre ad alcune applicazioni dello spazio utente, come PostgreSQL. In futuro, Fedora aggingerà supporto a molte altre applicazioni, estendendo il campo e aumentando la possibilità per gli sviluppatori di monitorare le loro applicazioni.
  • Facilitato il debug in Python. Si è inserito nuovo supporto per permettere agli sviluppatori che lavorano con librerie miste (Python e C++) di ottenere maggiori informazioni in fase di debug con gdb, in modo da rendere Fedora una piattaforma eccezionale per lo sviluppo di applicazioni rapide e potenti.
  • Python 3 installabile in parallelo. L'installazione in parallelo di Python 3 aiuterà i programmatori a realizzare e testare codice in entrambi gli ambienti, 2.6 e 3, in modo da consentire loro di provare in anticipo le applicazioni per il nuovo stack, Python 3.
  • NetBeans 6.8 prima IDE a supporto dell'intera Java 6 EE. Con le NetBeans 6.8 si ha la prima IDE che offre pieno supporto all'intero framework di Java 6 EE.

E senza dimenticare gli amministratori di sistema:

  • boot.fedoraproject.org. (BFO) consente agli utenti di scaricare una singola piccina immagine (può stare in un floppy ;-)) e installlare le versioni correnti e future di Fedora senza bisogno di scaricare altre immagini.
  • System Security Services Daemon (SSSD). SSSD provvede ulteriori feature per accedere ai domini, incluso il caching per autenticazioni offline. Ciò significa, per esempio, che gli utenti di portatili possono continuare ad accedere al dominio anche quando sono disconnessi dal loro gestore. Lo strumento di autenticazione in Fedora è già stato aggiornato per supportare SSSD, e si sta lavorando per renderlo ancora più attrattivo e funzionale.
  • Nuove feature per NFS. Fedora offre l'ultima versione del protocollo NFS, la 4, per migliorare le prestazioni, e in aggiunta alle recenti modifiche nel kernel include anche supporto a IPv6 per NFS.
  • Zarafa Groupware. Zarafa rende disponibile una completa suite di software collaborativo Open Source che può essere usato come valido sostitutivo di Exchange per Web-based mail, calendaring, collaborazione e programmazione di compiti. Le caratteristiche includono funzionalità IMAP/POP e iCal/CalDAV, supporto per cellulari nativi, la possibilità di integrare server mail Linux esistenti, un completo insieme di interfacce programmabili dall'aspetto piacevole grazie alle moderne tecnologie Ajax.
  • Integrazione di snapshot Btrfs. Btrfs è capace di creare leggeri snapshot di filesystem che possono essere montati (e da cui si può avviare il sistema) in maniera selettiva. Le immagini create sono ottimizzazioni copy-on-write, in modo da non avere il sovraccarico di file duplicati quando non sono presenti cambiamenti. Ciò consente agli sviluppatori di provare/sperimentare nuovo software senza il timore di trovarsi con un sistema instabile, giacchè gli snapshot creati, consentono loro di ripristinare agevolmente un filesytem precedente, integro e funzionante.

E ciò è solo l'inizio. Una lista completa e dettagliata di ciascuna delle feature citate è disponibile quì: Feature List Fedora 13

Inoltre sono diponibili anche diverse spin:

http://alt.fedoraproject.org/pub/alt/nightly-composes/

Fedora13-alpha-banner-astronaut1.png

Contribuire

Per maggiori informazioni riguardanti bug comuni e noti, suggerimenti su come segnalare un bug, e le sacdenze ufficiali, fare riferimento alle note di rilascio:

http://fedoraproject.org/wiki/Fedora_13_Alpha_release_notes

Grazie, speriamo di vederti sul Fedora Project!